la
strumentazione
elettromagnetica

 

L’indagine elettromagnetica ad induzione Slingram è una tecnica di prospezione sviluppata per effettuare indagini non invasive in prossimità della superficie del terreno. Il principio di funzionamento risiede nella capacità da parte delle porzioni conduttive e resistive del terreno di generare campi magnetici parassiti di intensità misurabile nel momento in cui al loro interno viene sollecitata la circolazione di un flusso di cariche (i.e. corrente elettrica) per induzione elettromagnetica.
La tecnica prevede l’utilizzo di un elettromagnetometro ad induzione costituito da due antenne (ricevente e trasmittente), solidali tra loro e poste ad una distanza fissa.

La prospezione consente di stimare la conducibilità elettrica apparente per un terreno omogeneo in funzione della componente in fase ed in quadratura di fase misurata del campo magnetico indotto all’interno del terreno; ha carattere puntuale e viene effettuata per stazioni successive trascinando la sonda lungo la superficie del terreno e percorrendo profili di indagine prefissati in modo tale da investigare le aree di interesse con un’elevata densità di dati.

L’elaborazione prevede l’interpolazione dei valori puntuali misurati in ciascuna stazione di misura e la restituzione di mappe di conducibilità elettrica apparente e della componente in fase alla frequenza di indagine utilizzate.